Accordo per il F.O.R. WORKING nel settore della Chimica Industria

Firmato il 9/7/2020, tra FEDERCHIMICA, FARMINDUSTRIA e FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL e UILTEC-UIL, un Accordo Programmatico per la definizione del F.O.R. Working (Flessibilità Obiettivi Risultati)

Federchimica, Farmindustria e FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL e UILTEC-UIL, Parti firmatarie del CCNL per gli addetti all’industria chimica, chimico-farmaceutica, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e GPL, tenuto conto delle trasformazioni dell’organizzazione del lavoro connesse alla digitalizzazione e alle conseguenti nuove modalità di lavoro, hanno condiviso la necessità di agevolare anche con strumenti innovativi, la gestione dei cambiamenti in atto all’interno delle aziende del settore.
A tal fine, con la firma del presente accordo, le Parti hanno ritenuto opportuno
– evidenziare le differenze e distinguere istituti quali Telelavoro (normato da CCNL e da accordi individuali e collettivi aziendali) e Lavoro agile (normato dalla Legge con rinvii ad accordi individuali e da accordi collettivi aziendali),
– valutare e rendere disponibile per le imprese e i lavoratori, una modalità aggiuntiva ed evoluta di Smart Working: il F.O.R. WORKING, un moderno rapporto di lavoro subordinato, per il quale dovranno essere “adattate” le regole previste per il rapporto e l’organizzazione del lavoro tradizionali. Aspetti innovativi del F.O.R. Working saranno la flessibilità, la gestione dei tempi e dei luoghi, la definizione e il raggiungimento di obiettivi condivisi e i risultati realizzati garantendo e migliorando l’efficienza organizzativa, i livelli di produttività, la salute e la sicurezza.
– preservare la flessibilità tipica di queste modalità di lavoro e lasciare al livello aziendale la definizione delle regole di dettaglio adeguate a tenere conto delle specifiche esigenze.
Entro dicembre 2020, saranno realizzate specifiche Linee Guida utili a identificare gli elementi che contraddistinguono il F.O.R. Working, il tutto attraverso un percorso di confronto e sperimentazione che potrà agevolare nel 2022, nell’ambito del rinnovo del vigente CCNL, valutazioni condivise in merito alle opportune scelte contrattuali.