Definita la procedura di selezione del credito d’imposta per gli investimenti in Campania


Online la procedura di selezione, di ammissione e di rendicontazione dei progetti di investimento attuati nelle zone assistite della Regione Campania (Ministero Sviluppo Economico – decreto 19 aprile 2019).

Le risorse assegnate al credito d’imposta sono utilizzate a favore delle PMI beneficiarie, autorizzate alla fruizione del medesimo credito d’imposta da parte dell’Agenzia delle entrate, in relazione ai progetti di investimento che risultano:
– non ultimati al momento della presentazione della comunicazione;
– di importo non superiore ad euro 500.000,00 (cinquecentomila/00);
– riguardare attività economiche rientranti nel campo di applicazione del Fondo europeo di sviluppo regionale, ad eccezione delle attività di cui alla sezione A della classificazione ATECO 2007 (agricoltura, silvicoltura e pesca);
– realizzati o da realizzare nel territorio della Regione.


A seguito delle verifiche, il Ministero dello Sviluppo Economico adotta i provvedimenti di utilizzo delle risorse del POR Campania per le PMI beneficiarie. Il provvedimento di utilizzo delle risorse viene trasmesso alla PMI beneficiaria tramite posta elettronica certificata (PEC), e riporta:
– l’importo, a valere sulle risorse del POR Campania, del credito d’imposta;
– l’indicazione della struttura produttiva in cui è effettuato il progetto di investimento;
– le condizioni che possono comportare il disimpegno totale o parziale delle risorse del POR Campania.


A seguito della realizzazione dei progetti di investimento, la PMI beneficiaria deve rendicontare le spese di acquisizione delle immobilizzazioni materiali previste nella comunicazione ed effettivamente sostenute.
La documentazione deve essere inviata al Ministero:
– nei termini indicati nel provvedimento di utilizzo comunque entro e non oltre il 31 dicembre 2023;
– esclusivamente mediante caricamento sulla piattaforma informatica all’indirizzo https://agevolazionidgiai.invitalia.it – sezione “Attuazione Misure DGIAI” a cura del rappresentante legale o procuratore, secondo le modalità indicate sul sito stesso.