Linee guida per la qualità del lavoro nei settori edilizia, logistica e trasporti

Sottoscritto un Protocollo d’intesa per la Qualità del Lavoro finalizzato al raggiungimento di standard qualitativi in materia di lavoro, nell’ambito dell’edilizia e dei trasporti

Con la sottoscrizione del protocollo d’intesa, il Mit e le organizzazioni sindacali condividono 10 principi, quali “strategie e modalità di affidamento di lavori e servizi”, “mercato del lavoro”, “formazione sul lavoro”, “sicurezza sul lavoro”, “contratti pirata e dumping”, “welfare aziendale, pari opportunità e conciliazione”, “partecipazione, informazione e confronto”, “rappresentanza sindacale e datoriale”, “legalità” e “osservatorio permanente sulla qualità del lavoro”.
L’obiettivo del protocollo è di individuare i principi, le soluzioni e gli strumenti idonei a favorire la qualità del lavoro nei settori dei trasporti, della logistica e dell’edilizia al fine di individuare delle priorità di intervento sugli aspetti di salute e sicurezza, regolarità e legalità, qualificazione degli appalti e delle stazioni appaltanti.
Al riguardo si riconosce particolare importanza alle iniziative avviate dal Mit per la contribuzione alla formazione iniziale dei giovani da avviare al lavoro quali ad esempio la contribuzione per la formazione di nuovi macchinisti e il progetto giovani conducenti ove vengono quasi interamente finanziati il conseguimento della carta di qualificazione del conducente e la patente E.
Per dare attuazione al protocollo d’intesa, è stato istituito un “Osservatorio permanente sulla qualità del lavoro”, che avrà il compito di promuovere i principi enunciati nel protocollo d’intesa, raccogliendo le esperienze più significative al fine di valorizzare le best practices e individuare le misure di miglioramento possibili per l’applicazione dei principi del protocollo.